nature

Praesent commodo cursus magna, vel scelerisque nisl consectetur et. Integer posuere erat a ante venenatis dapibus posuere velit aliquet. Nullam id dolor id nibh ultricies vehicula ut id elit.
  • “REGALE” O “PROLETARIO” IL MATRIMONIO PUO’ DURARE, SE … (Italians-Corriere Della Sera, 15 luglio 2011)

    Tanti anni fa lessi su  una cartolina esposta in una libreria di Assisi queste magiche parole: ” L’amore è una continua conquista, non dare mai nulla per scontato! ” Le feci subito mie, e da tanto, tanto tempo, io e mia moglie continuiamo a vivere la nostra unione con la stessa tenerezza dei primi giorni. Quasi una favola, dico “quasi” perché comunque ci sono stati, ci sono e ci saranno momenti  di incomprensione e di tensione, però l’amore continuerà ad avere il sopravvento. Basta una carezza, un fiore (anche raccolto nell’angolino d’un marciapiede), un panino preparato da me o da lei e mangiato seduti su di una panchina del lungomare (godendoci il magico splendore della luna piena riflessa nel mare) o su di un sedile lungo le strade che portano verso l’Etna (affascinati dal ricamo di miliardi di stelle). Basta trasmettersi l’un l’altro, sempre, fiducia e comprensione e, soprattutto, la certezza che lei fa parte di te e tu di lei, che nessun altro/a avrà mai alcuna possibilità di intrufolarsi e scalfire, anche minimamente, una unione nata per durare. Si sa che “stare assieme” ti dà e ti toglie, ma è proprio questo il “gioco della vita”, ti “dona” una cosa e te ne “ruba” un’altra. L’importante è dare il giusto valore a quanto di più prezioso questo “gioco” ti sa regalare: l’amore! Si discute, si litiga, ci si arrabbia, e poi si torna a sorridere, è naturale. Come è naturale che dopo una tempesta torni a splendere il sole. Ogni coppia, qualunque sia l’estrazione sociale o la situazione economica, può vivere la propria unione al meglio. Certo, non è facile “la vita in due”,  lo so e l’ho detto. Spesso racconto una storiella che mi sono inventato: immaginate due santi che vivono assieme e fanno lo stesso cammino (quindi parlo di due anime elevate al massimo della spiritualità), ebbene, uno di loro, comunque, deve essere un poco più santo dell’altro… per “continuare a camminare” assieme. Più santo lui? Più santa lei? Lui è principe e lei figlia dell’uomo più ricco del mondo? Lui è erede al trono e lei  ereditiera? Lui è operaio e lei casalinga? Lui è cattolico e lei musulmana? Lui è nero e lei bianca? Cosa importa, ogni unione, ogni matrimonio, ogni convivenza, ogni coppia può durare nel tempo, e il segreto – quasi il ” segreto di Pulcinella” – è  appunto: “non dare mai nulla per scontato, perché l’amore è una continua conquista!”

    Raffaele Pisani

    (Italians-Corriere Della viagra in india online purchase Sera, 15 luglio 2011)